Pagnini Defibrillatori
Il vero costo di un defibrillatore DAE

Il vero costo di un defibrillatore DAE

by Defibrillatori Italia

Posted on febbraio 04, 2015 at 00:49 AM

promo_dae_pda_cr800

Con l’introduzione delle nuove recenti normative che impongo la presenza di un defibrillatore DAE in tutti gli impianti sportivi, l’offerta di dispositivi di defibrillazione si è rapidamente moltiplicata, creando di fatto una discreta confusione in chi deve acquistarli.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Tutti i defibrillatori semiautomatici DAE hanno delle caratteristiche comuni, come la capacità di analizzare il ritmo cardiaco e determinare autonomamente la presenza o meno di un’aritmia defibrillabile, la presenza di comandi audio/visivi che supportano il soccorritore durante le manovre di rianimazione, l’erogazione di una forma d’onda bifasica ad alta efficacia modulata in funzione dell’impedenza della persona soccorsa.

I defibrillatori si differenziano invece tra loro per dimensioni, peso, durata delle batterie, capacità di resistenza agli agenti esterni liquidi e/o solidi (IP), per le gamme di impedenza gestibili e per la precisione della scarica emessa.

L’obbligo di dotazione introdotto dalle nuove normative ha ovviamente portato a focalizzare l’attenzione sul prezzo di acquisto del defibrillatore, ma:

  • Qual è il vero costo di un defibrillatore?
  • A cosa bisogna fare attenzione prima di acquistare un tale dispositivo?

E’ bene sapere che ogni defibrillatore semiautomatico è alimentato da una batteria non ricaricabile a lunga durata e fornito in dotazione standard con una coppia di elettrodi che devono essere posizionati sul torace nudo del paziente al momento dell’intervento.

Gli elettrodi necessitano di essere sostituiti mediamente ogni 24 mesi o dopo ogni utilizzo, la batteria ogni 4/5/7 anni, a seconda dei modelli.

Inoltre periodicamente occorre aggiornare il software alle nuove linee guida AHA/ERC (circa ogni 5 anni, il prossimo aggiornamento è previsto per il 2015).

Per calcolare il vero costo di un defibrillatore, non occorre solo valutare il prezzo di acquisto ma anche e soprattutto i costi di gestione, e qui ci sono le vere sorprese!

Il costo di una coppia di elettrodi ADULTI varia da circa 45 € a 100 €; la forbice si allarga ulteriormente se si parla di elettrodi PEDIATRICI, il cui costo varia da circa 50 € a 200 €.

Il costo di una batteria varia da irca c25 € a 480 €.

E per l’aggiornamento del software? Molti produttori lo effettuano gratuitamente, ma c’è anche chi chiede oltre 200 €.

Nella scelta del proprio defibrillatore, è bene quindi informarsi preventivamente in merito ai costi di gestione del defibrillatore che, anche in caso di non utilizzo del dispositivo, devono essere conteggiati. In alcuni casi questi costi possono annullare completamente il risparmio ottenuto acquistando il DAE ad un prezzo inferiore (magari in funzione di una convenzione) rispetto ad un defibrillatore dal prezzo di acquisto più elevato ma costi di manutenzione più contenuti.

Noi di Defibrillatori Italia ti forniremo per ogni defibrillatore “il costo medio annuo di gestione”, ovvero il costo che mediamente dovrai affrontare ogni anno per mantenerlo in ordine.

Grazie a questo dato potrai fare un confronto corretto e immediato tra i vari modelli, senza avere sorprese a distanza di anni!

 

Per informazioni su questo argomentoo:

PAGNINI DEFIBRILLATORI AGENCY

Email: pagnini@defibrillatori.agency

Mobile: 338-7030321

Tag:,

About the Author